Mastoplastica additiva Milano


OBIETTIVO RICERCATO

L’obiettivo ricercato dalla mastoplastica additiva a Milano è quello di aumentare il volume del seno e di ottenere un seno di aspetto naturale. Le donne che si rivolgono al chirurgo plastico voglio avere un seno florido oppure desiderano eliminare gli inestetismi provocati dalla gravidanza o dall’invecchiamento.

A CHI E’ CONSIGLIATA

Sono candidate alla mastoplastica additiva le donne che hanno costituzionalmente e geneticamente un seno piccolo oppure un seno svuotato dall’allattamento o da un forte dimagrimento.

CONSULTO COL CHIRURGO PLASTICO

E’ assolutamente indispensabile una visita pre-operatoria col chirurgo che consenta alla paziente di comprendere il significato dell’intervento e di discutere le proprie aspettative, la taglia e la forma del seno che si desidera ottenere. Il chirurgo esegue un’attenta valutazione del seno, della consistenza dei tessuti e dell’eventuale presenza di anomalie della ghiandola, durante questa visita inoltre vengono prescritti gli esami ematochimici pre-operatori e gli eventuali esami strumentali sulla mammella come l’ecografia. Nelle donne che hanno superato i 40 anni è necessaria anche la mammografia.

COME SI EFFETTUA

La mastoplastica additiva a Milano si effettua in regime di “Day-surgery” le pazienti entrano in clinica la mattina e la sera possono fare ritorno a casa. L’intervento si esegue in anestesia generale, su richiesta della paziente l’intervento può essere effettuato anche in anestesia locale e sedazione. La durata della mastoplastica additiva è di circa 40 minuti. L’intervento consiste nel posizionare una protesi mammaria al di sotto dei tessuti del seno.

La mastoplastica additiva consiste in 3 passaggi chirurgici:

 

  • Le incisioni della Mastoplastica Additiva 

    Possono essere praticati a seconda dei casi tre tipi di incisioni:

    aumento-seno-mastoplastica-additiva

    aumento-seno-mastoplastica-additiva

    • Incisione periareolare
      E’ l’incisione più comunemente praticata, si incide la cute sul bordo inferiore dell’areola, la cicatrice residua è praticamente invisibile.
    • Incisione sottomammaria
      Si incide la cute a livello del solco sottomammario per una lunghezza di pochi centimetri, l’incisione rimane nascosta al di sotto della mammella.
    • Incisione ascellare
      Si incide la cute dell’ascella per una lunghezza di circa 3 centimetri, l’incisione è invisibile in quanto rimane nascosta nel cavo ascellare.
  • La protesi della Mastoplastica Additiva

    Le incisioni cutanee che abbiamo descritto servono per costruire l’alloggiamento della protesi ossia la tasca in cui verrà posizionata la protesi mammaria. Esistono principalmente due tipi di posizionamento della protesi che il chirurgo plastico sceglie a seconda dei casi:

    • Posizione sottoghiandolare
      In questo tipo di posizione detta anche sovra muscolare la protesi mammaria viene posizionata subito al di sotto della ghiandola mammaria quindi al davanti del muscolo grande pettorale.
    • Posizione sottomuscolare
      In questo tipo di posizione la protesi viene collocata profondamente al di dietro del muscolo grande pettorale. Una variazione di questa tecnica detta Dual Plane consiste in una combinazione delle due tecniche.
      La protesi mammaria è costituita da un involucro a doppio strato riempito con gel di silicone, la consistenza della protesi è praticamente identica a quella della ghiandola in modo da consentire una palpabilità naturale del seno. Esistono 5 tipi di protesi mammarie:
mastoplastica-addittiva-protesi

mastoplastica-addittiva-protesi

  • Protesi Mammaria Anatomica
    La forma della protesi mammaria è precostituita ed ha una forma detta a goccia.
  • Protesi Mammaria Rotonda
    La forma della protesi mammaria è emisferica e modifica naturalmente sotto l’effetto della gravità
  • Protesi Mammaria Liscia
    L’involucro della protesi mammaria è liscio e non aderisce minimamente ai tessuti
  • Protesi Mammaria rugosa o testurizzata
    La superficie della protesi mammaria è rugosa ed altamente accettata dal tessuto
  • Protesi Mammaria anatomica in poliuretano
    La superficie della protesi mammaria è rivestita da un sottilissimo velo di poliuretano (speciale gomma piuma) che conferisce alla protesi un intimo contatto con i tessuti ed una assoluta morbidezza.
  • La medicazione della Mastoplastica Additiva

    Dopo il posizionamento della protesi mammaria il chirurgo plastico a seconda dei casi inserisce un piccolo drenaggio (un tubicino) che serve per far defluire il siero che può accumularsi durante l’intervento, se si è scelto di posizionare il drenaggio questo viene rimosso il giorno successivo l’intervento. Le incisioni della pelle vengono attentamente chiuse e quindi suturate con delle suture intradermiche in modo da non lasciare traccia. La medicazione consiste nel confezionare con dei cerotti una sorta di reggiseno cris cros. Quindi vien fatto indossare un reggiseno post-chirurgico che si chiude dal davanti.

IL POST OPERATORIO

Il post-operatorio nella mastoplastica additiva prevede un paio di giorni di riposo, l’intervento con posizionamento della protesi sottoghiandolare è praticamente indolore. Quando la protesi viene posizionata a livello sottomuscolare la paziente deve assumere per due o tre giorni degli antidolorifici. Dopo la mastoplastica additiva si ha una diminuzione della sensibilità del complesso areola-capezzolo per qualche settimana dopo di che l’areola riacquista gradualmente la completa sensibilità.

La protesi mammaria viene riconosciuta dall’organismo che costruisce attorno alla stessa una sottile capsula impalpabile. In alcuni rari casi la capsula si ispessisce e si configura il quadro della contrazione capsulare che deve essere trattato con farmaci adatti e seguire le indicazioni del chirurgo. E’ importante sottolineare che deve essere sospesa qualsiasi attività sportiva per 30 gironi dopo la mastoplastica additiva quindi l’attività sportiva può essere ripresa gradualmente. La guida dell’auto deve essere evitata solo per una settimana e l’attività lavorativa può essere ripresa dopo 4-5 giorni. Lo speciale reggiseno post-chirurgico deve essere portato 24 ore su 24 per 30 giorni.

I RISULTATI

Il risultato estetico finale della mastoplastica additiva si osserva dopo qualche mese tempo che è necessario per la risoluzione completa del leggero gonfiore chirurgico. Il risultato rimane stabile per tutta la vita.

Visualizza la nostra gallery Interventi mastoplastica additiva prima e dopo
Il confronto tra la foto prima e la foto dopo l’intervento è il miglior strumento per valutare il risultato chirurgico.

DOMANDE FREQUENTI (F.A.Q.)

  • Le protesi mammarie esplodono in aereo?
    Assolutamente no.
  • Il seno con la protesi è più freddo al tatto?
    Assolutamente no.
  • Esistono creme, pillole o altri prodotti che possono aumentare il volume del seno?
    Non esiste nessuna crema o pillola che possa aumentare il volume del seno. Esiste un solo prodotto iniettabile a base di Acido Ialuronico a basso riassorbimento detto Macrolane che può essere utilizzato per aumenti temporanei (2 anni circa) del volume del seno.
  • Negli anni successivi all’intervento è necessario un ritocco?
    Se l’intervento è ben condotto non sono necessari ritocchi chirurgici è consigliabile una ecografia ogni 2 anni per controllare lo stato della protesi.
  • Dopo la mastoplastica additiva è possibile allattare?
    La mastoplastica additiva non influisce assolutamente sulla capacità della mammella di produrre latte.

PREZZI INDICATIVI PER INTERVENTO DI MASTOPLASTICA ADDITIVA

Il costo di una mastoplastica additiva varia in base alla condizioni anatomiche di partenza e può oscillare da un minimo di 4.500 euro a un massimo di 5.500 euro.

Per ricevere un preventivo personalizzato ti chiediamo di contattare direttamente la nostra segreteria per una visita col chirurgo estetico.