Protesi al polpaccio


Protesi del polpaccio: obbiettivo ricercato

Lo scopo delle protesi del polpaccio e’ di dare volume e forma armoniosa del polpaccio troppo sottile .

Protesi del polpaccio: a chi e’ consigliata

Questo intervento e’ consigliato a donne e uomini che nonostante una adeguata attività fisica presentino dei polpacci sottili. Questo inestetismo e’ costituzionale nella maggior parte dei casi, ma puo’ presentarsi anche dopo traumi importanti dell’arto inferiore.

Protesi del polpaccio: come si effettua

L’intervento si effettua in anestesia generale o spinale con ricovero in day hospital. Si pratica una incisione lineare di circa 3 cm di lunghezza sulla cute della regione poplitea( parte posteriore del ginocchio) a livello della plica di flessione.
Da questo accesso si scolla una tasca al di sotto della fascia del muscolo Gemello mediale del Tricipide della sura ( porzione interna della superficie posteriore della gamba).
Si inserisce una protesi in gel di silicone di forma allungata e di lunghezza adeguata al caso, in modo da ottenere un aumento volumetrico armonico del polpaccio. Di procede quindi alla sutura a stati della cute per ottenere una piccola cicatrice lineare.

Protesi del polpaccio: post operatorio

Viene fatta indossare una speciale calza elasticizzata o un collant 70 denari per 10 giorni. Si devono osservare alcuni giorni di riposo e sospendere l’attivita’ sportiva per almeno un mese. Il post operatorio non e’ doloroso, ma per almeno una settimana la deambulazione puo’ risultare difficoltosa. I punti vengono rimossi dopo 7 giorni. Nel primo mese il polpaccio presenta modico gonfiore. Il risultato estetico definitivo rimane stabile per tutta la vita

Protesi del polpaccio: i costi

Il costo complessivo dell’intervento e’ di 5000 euro