Trattamento della Cellulite


CHIRURGIA ESTETICA CELLULITE: OBIETTIVO RICERCATO

L’obiettivo ricercato dalla cura della cellulite è quello di eliminare gli accumuli di grasso e la cosiddetta pelle a boccia d’arancia per ottenere una cute levigata e tesa.

CHIRURGIA ESTETICA CELLULITE: CHE COSA E’ LA CELLULITE?

8 donne su 10 soffrono di cellulite perché questa malattia del grasso è legata fondamentalmente all’azione per così dire “cellulitica” degli ormoni estrogeni (femminili) sul grasso infatti come tutti sanno gli uomini non soffrono di cellulite.

La cellulite vera è definita con temine medico mannicolopatia–edemato-fibroscherotica.

Esistono fondamentalmente 3 gradi di cellulite: dalle situazioni più lievi in cui la cute presenta delle irregolarità (aspetto a buccia di arancia) solo quando viene pinzata tra le dita a casi più gravi in cui l’aspetto a boccia di arancia si manifesta su tutta la superficie delle cosce con presenza di cuscinetti di grasso e di accumuli di grasso a varia localizzazione. Negli stadi più avanzati della cellulite il grasso è anche dolente con presenza in superficie di venuzze e capillari dilatati.

TRATTAMENTO DELLA CELLULITE: LE TERAPIE DI MEDICINA ESTETICA E NON CHIRURGICHE

Esistono varie metodiche non chirurgiche per combattere la cellulite. L’insieme di questi metodi è conosciuto come medicina estetica della cellulite. L’obiettivo è riequilibrare la funzione delle cellule adipose, eliminare il grasso in eccesso e drenare l’eccesso di liquido che causa il gonfiore delle zone affette da cellulite.

Le metodiche proprie della medicina estetica della cellulite sono:

La terapia della cellulite è comunque combinata. Nei casi in cui prevalga l’accumulo adiposo i trattamenti di medicina estetica possono essere abbinati alla laserlisi.

La laserlisi è un trattamento di chirurgia dolce, che sfrutta l’energia luminosa per liquefare il grasso in eccesso presente nei cuscinetti cellulitici, inoltre l’energia laser provoca una dissoluzione dei fasci fibrosi sottocutanei responsabili del manifestarsi della buccia d’arancia con conseguente compattamento della cute e attenuazione fino alla scomparsa dell’aspetto a buccia di arancia.